Da “La Tribuna di Treviso” di domenica 10 aprile 2011

Il Mogliano si diverte e travolge il Casinò

di Mattia Toffoletto

MOGLIANO 39, VENEZIA 8

MARCHIOL MOGLIANO: V. Candiago; Sartoretto (st 11′ Simion), E. Ceccato (st 26′ Preo), Patrizio, Fadalti; Naude, Lucchese (st 14′ Zappalorto); Stanfill (st 21′ Minello), E. Candiago (st 31′ Cipriani), Borghetto; Burman, M. Pavanello; Meggetto (st 11′ Ceneda), Sammons (st 11′ Saviozzi), Nieuwoudt (st 11′ A. Ceccato). All. Casellato.

CASINO’ DI VENEZIA: Veronese; Bonicelli (st 32′ Lunanova), Fiorani, Daupi, Bado (st 21′ Perziano); Vassallo (st 40′ Gasparini), Gobbo; White, Palandrani, Ciochina (st 16′ Pettinari); Van Niekerk (st 1′ Pettinari temp. per giallo), Gerini (pt 38′ Codo – temp. Sangue, st 36′ Russo); Ceglie, Gianesini, Levaggi (st 30′ Previati). All. Marcuglia.

ARBITRO: Marrama di Padova.

MARCATORI: pt 1′ meta Ceccato, 17′ c.p. Vassallo, 30′ meta V. Candiago, 35′ meta Sammons tr. Fadalti, 45′ c.p. Fadalti; st 1′ meta Ceccato, 22′ meta Simion tr. Fadalti, 28′ meta Naude, 42′ meta White.

NOTE: pt 35′ giallo Ceglie (Venezia).
P.t. 20-3.
Man of the match: E. Ceccato.
Calciatori: Naude 0/2, Fadalti 4/4 e Preo 0/1 (Mogliano); Vassallo 1/1 e Veronese 0/1 (Venezia).
Giornata estiva, 600 spettatori.
Punti: 5-0.

MOGLIANO. Il Marchiol travolge nettamente il derelitto Venezia, mette 5 punti in cascina e infila la seconda vittoria consecutiva. Se aveva dovuto attendere 4 mesi per riprovare il dolce sapore del successo, battendo nel turno scorso il Futura Park Roma, stavolta al XV di coach Casellato, «ex» di lusso, sono bastati invece solo 7 giorni per servire il bis. Vittima (designata) stavolta il triste «fanalino» Casinò. Malgrado la classifica deficitaria, tuttavia, i veneziani hanno mostrato di essere squadra organizzata e ben strutturata a livello difensivo. Tre mete per tempo a testimoniare invece la supremazia del Mogliano e bonus già raggiunto a inizio ripresa: primo ovale in meta al primo giro di lancette con Ceccato. Gara gradevole e disputata in un clima decisamente estivo. Ma le due compagini non si sono risparmiate: spettacolo e bel gioco non sono mancati per il numeroso pubblico accorso al «Quaggia». A scavare il solco, nel primo tempo, sono le mete realizzate da Vittorio Candiago e dall’inglese Sammons. Nel secondo, poi, a suggellare la giornata di gloria, arriveranno la seconda meta di Ceccato e le ultime due griffate Simion e Naude. Il compito di arrotondare il punteggio spetta invece al calciatore Fadalti. Spazio anche a panchinari e «seconde linee». E per non finire proprio in bianco… toccherà al lagunare White «mitigare», si fa per dire, il pesante rovescio, conquistando, in pieno recupero, la meta della bandiera. Vietato comunque adagiarsi sugli allori: sabato prossimo la rinfrancata compagine di Casellato proverà a giocarsela anche al «Plebiscito», la tana del Petrarca.

LE ALTRE: Rovigo-L’Aquila Rugby 36-0, GranDucato-Roma 15-10, Lazio-Crociati 21-21, Prato-Petrarca (oggi).

CLASSIFICA: Femi Cz Rovigo 58; I Cavalieri Prato 51; Petrarca Padova 45; Crociati Parma 44; GranDucato Parma 39; Futura Park Roma 33; Mantovani Lazio e Marchiol Mogliano 29; L’Aquila 15; Casinò di Venezia 0.

PROSSIMO TURNO: 16 aprile Petrarca-Mogliano.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in notizie dai quotidiani/periodici, rugby union. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...