Osama morto?

Forse non è proprio così, perchè corre voce che il volto di Osama visto in TV ed in internet, in realtà non sia stato colpito da un proiettile, ma solo da una statuetta raffigurante le torri gemelle che gli avrebbe scaraventato in faccia tal Al Mahassim Thart’Agli durante la  ricerca di assenso che Bin Laden quotidianamente elemosinava presso i suoi più appassionati fans (?).

Inoltre, a rendere ancora più fitto il mistero della morte di quel monellaccio di Osama, c’è una notizia che cita di un assalto dei reparti anti terrorismo inglesi presso una villetta, defilata dal centro, della cittadina afghana di Mo’ toh Fregat, che riporta le fasi e la foto della cattura di un certo Obama Bin Laden (scambio di consonante?), colpito al volto da un proiettile di bazooka che ha fatto il giro del mondo (il proiettile, non la foto: attenzione a schivarlo quando arriva!). Il terrorista, decollato, è stato poi sepolto in mare, non prima di essere stato usato come esca a strascico per gli squali.

Altra notizia sibillina, racconta della cattura di un certo Osama Silberlu, da parte delle forze speciali francesi, in una cittadina, Hardcore, poco distante dalla citta iraniana di Milhan. Il poco di buono sarebbe stato eliminato con un colpo di mortaio in faccia, tirato da distanza ravvicinata, mentre raccontava barzellette sconce a delle minorenni, nudo come un verme, e con uno stuzzicadente in mano, usato probabilmente per cercare di estrarre un qualcosa che non ne voleva sapere di uscire. Il debosciato terrorista sarebbe stato sepolto in mare, in un grande mausoleo, dove lo hanno preceduto altri delinquenti del suo calibro quali Ces’har Abdull Previht, Maharcel Omar Delutrh e Muhammar Gheddafi.

Altra notizia, in questo oceano (!) di ipotesi sulla fine di Osama Bin Laden, arriva dall’Iraq. Le forze speciali italiane, in rigorosissima missione di pace, hanno catturato ed ucciso con svariati colpi di cannone alla testa un tizio che assomigliava vagamente a Bin Laden. Ma non si sa com’è poi finita la storia, visto che i nostri militari, perfettamente addestrati a questo tipo di operazioni, hanno improvvisamente cominciato a spararsi addosso tra loro, poichè tutti volevano essere i primi a dare al mondo la notizia, ma non riuscivano ad accordarsi sul fatto. Il presunto terrorista avrebbe dovuto essere sepolto in mare dagli italiani superstiti, ma la risacca lo restituiva puntualmente alla terra. Dopo svariati, inutili tentativi di donarlo al mare, i nostri se ne sono andati alla chetichella, fischiettando con lo sguardo all’insù.

Franco

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in eventi, quotidianità. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...